Opificio lager nel Napoletano, denunciato il titolare

Maxi blitz dei carabinieri della Stazione di Grumo Nevano insieme a personale dell’ASL Napoli 2 Nord

CASANDRINO – Lavoro in nero e sfruttamento dei migranti in un opificio dedito al confezionamento di abiti da uomo sito sul corso Carlo Alberto. La fabbrica, gestita da un 40enne del Bangladesh.

Sul posto è stata riscontrata la presenza di 12 lavoratori di nazionalità bengalese.
Cinque dei dodici sono risultati al lavoro “a nero”; 2 di questi erano non in regola con le norme sulla immigrazione.

Il titolare è stato denunciato: aveva dato lavoro ai 2 clandestini. Le attrezzature per lo svolgimento dell’attività sono state trovate non a norma,  i locali disponevano di cassette di pronto soccorso non idonee. I revisori all’interno dei locali non erano sottoposti alla prescritta revisione periodica.

Struttura, macchinari e attrezzatura sono stati sottoposti a sequestro penale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250