Monti Lattari, scoperte e distrutte quasi 4000 piante di cannabis

Antonio Franzese

La scoperta, resa possibile grazie alle perlustrazioni dall'alto dell'elinucleo di Pontecagnano

GRAGNANO - Una distesa di cannabis sui Monti Lattari, luogo divenuto la nuova frontiera della coltivazione illegale di droga. Tra Gragnano e Casola di Napoli, i carabinieri hanno scoperto circa 4mila piante, che poi hanno provveduto a distruggere sul posto. La scoperta, resa possibile grazie alle perlustrazioni dall'alto dell'elinucleo di Pontecagnano.

In località “Monte Megano”, su via Piana del Grano, sono state scoperte oltre mille piante, aventi altezza media di 80 centimetri; in via Piana, sempre a Gragnano, c’erano altre mille piante che avevano raggiunto l’altezza media di circa 2 metri. A Casola di Napoli invece, in località “Selva”, su via del Balzo, sono state scoperte circa 2mila piante, con altezza media di quasi 3,5 metri. In tutti i casi di tratta di coltivazioni in fondi demaniali.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Franzese >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250