Marigliano, Senza frontiere: al via Estate Ragazzi a Lausdomini

Nicola Riccio

MARIGLIANO – LAUSDOMINI – E’ partita ormai da un paio di giorni la 21" edizione di ESTATE RAGAZZI organizzata dalla parrocchia "S. Marcellino” e dalla cooperativa sociale ”Irene '95".

Fino al 14 luglio 2018, un mese di giochi, laboratori espressi vi, spettacoli, escursioni per moltissimi ragazzi e giovani del nostro territorio.

Chi segue da più tempo questa iniziativa, sa che essa è nata dall’esigenza di offrire ai ragazzi coinvolti un’esperienza educativa di particolare intensità. E tale intende essere anche quest’anno: non tanto un servizio di custodia dei figli per genitori che lavorano o di generica animazione ludico sportiva, ma l’offerta di un percorso educativo a tema, che si fonda sulla relazione con gli altri e col gruppo per far crescere i valori dell'uguaglianza, della fraternità, della giustizia e della solidarietà.

Quest'anno il tema educativo che guiderà tutte le attività è “Senza frontiere".

“ Tutti stiamo sperimentando, anche in questi ultimissimi giorni, che siamo pronti ad alzare frontiere e tracciare confini nei confronti degli altri, soprattutto quando questi sono degli sconosciuti, degli "stranieri” che ci mettono paura. Inoltre sperimentiamo sempre più che esistono frontiere invali cabili nei nostri rapporti: tra genitori e figli, tra adulti e giovani, tra scuola e famiglia, tra ricchi sempre più ricchi e poveri sempre più disagiati e deprivati. Tutti ci rendiamo conto di quanto siamo fragili e vulnerabili ma non vogliamo fare lo sforzo di andare incontro all'altro riconoscendo tutto quello che di buono può darci e impegnandoci ad essere una risorsa positiva gli uni per gli altri. Perciò, attraverso il gioco e le varie attività in programma, vogliamo che i nostri ragazzi siano stimolati ad aprirsi agli altri, a superare le frontiere della diffidenza o, peggio, dell'odio; che comincino ad impegnarsi un po’ più seriamente per praticare la condivisione, il rispetto delle regole e degli altri, la cittadinanza consapevole e attiva.

L’Estate Ragazzi rimane, perciò, uno strumento eccezionale e fantastico per continuare a “fare scuola”, a fare ”Skolé”: relazione educativa che "libera" il tempo oltre il ”tempo libero", per imparare insieme, ragazzi e adulti, giocando e mettendoci in gioco”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250