Marigliano, patate lasciate a marcire nei campi

Anita Capasso

MARIGLIANO -  Cade a picco il prezzo delle patate. I contadini le lasciano marcire nei campi. Accade nelle campagne di Marigliano. Sul mercato ogni chilo di patate
viene valutato tra gli 8 e i 10 centesimi. Una miseria rispetto all' impegno che questo tipo di coltivazione implica.

 Gli agricoltori preferiscono allora non raccoglierle. A spiazzare le patate locali sono quelle della Spagna e della Serbia vendute a 5 centesimi .

"Siamo al collasso. Siamo in pochi quelli che ancora crediamo nell'agricoltura. - dicono i contadini  -. Nessuno tutela la patata tipica locale. Facessero qualcosa per rilanciare questo settore" .

Marigliano e' famosa in tutta Italia per questa coltivazione. Tanto che  nel 1959,  proprio a causa dei prezzi ribassati al di sotto dei costi, scoppio' una rivolta in citta', documentata da tutta la cronaca dell'epoca .

Intanto i cittadini di fronte al desolante spettacolo che offrono i campi zeppi di patate non raccolte si indignano. Addirittura un frate si offre di raccoglierle per portarle al convento  e regalarle ai poveri. Un chilo di patate nei supermercati costa da un euro a due euro. La situazione e' veramente critica.

I contadini propongono di istituire un consorzio a tutela dei prodotti locali. In citta' si tiene da anni anche una sagra della patata novella. Nessuno le vuole le patate nuove, vogliono quelle a buccia dura e le vogliono pagare a prezzi da fame e di gran lunga al di sotto delle spese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250