Napoletano, presi due rapinatori seriali. Uno tradito da un tatuaggio

Antonio Franzese

Ad incastrare l’uomo le varie vittime che hanno riferito ai militari circa la decorazione sul corpo del malvivente

NAPOLI – ARENELLA – VOMERO. I carabinieri arrestano 2 rapinatori seriali. Preso quello che ormai tutti indicavano come “il tatuato”.

Al termine di numerose indagini, i carabinieri della compagnia Vomero hanno identificato e sottoposto a fermo Domenico Aliberto, 39 anni, e Giancarlo Rende, 51 anni, entrambi del quartiere Stella e con precedenti penali alle spalle. I due sono ritenuti responsabili di 4 episodi di criminalità: avevano portato via denaro e telefoni cellulari  passanti.

Uno tradito da un tatuaggio. Ad incastrare l’uomo le varie vittime che hanno riferito ai militari circa la decorazione sul corpo del malvivente. “Il tatuato”, prima di essere preso, si aggirava con fare sospetto tra Piazza Medaglie d’oro e dintorni portando sul sellino un 32enne, alla ricerca dell’ennesima vittima da rapinare.

Quando i carabinieri hanno loro imposto l’alt, i 2 hanno tentato  la fuga ma sono stati immediatamente bloccati.

Il passeggero è stato trovato armato di un coltello. Rende è stato invece individuato in un appartamento del rione Sanità: anche lui ha tentato la fuga alla vista dei Carabinieri, venendo comunque inseguito, raggiunto e bloccato.

Dalle indagini effettuate è risultato che Rende e Aliberti, utilizzavano uno scooter intestato a un soggetto la cui posizione è ancora al vaglio degli inquirenti.

Nelle loro abitazioni inoltre sono stati rinvenuti e sequestrati indumenti e caschi indossati durante i fatti delittuosi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Franzese >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ambiente300x600-2
test 300x250
In Evidenza
test 300x250