Acqua, operai sul torrione: senza stipendio da cinque mesi

Anita Capasso

ANGRI - Operai asseragliati nella centrale di sollevamento delle acque di Angri . Protestano su in torrione a 30 metri d altezza .  Non ricevono gli stipendi e non riescono a sfamare le proprie famiglie. "Rischio di perdere pure la casa. Non riesco a pagare la rata del mutuo".

C'e' anche chi ha figli  e moglie da sostenere oltre a problematiche familiari che richiedono consulenze a pagamento. E' da cinque mesi che sono senza retribuzione..  Motivo: la ditta appaltatrice non riceve i pagamenti dalla Regione.

E' da dieci anni che questa situazione di incertezza e che mortifica  la dignita' va avanti. Promesse a gogo, ma mai niente di concreto.Fumo, chiacchiere a fiumi. Gli operai sono in ginocchio e stremati. La loro e' una battaglia per la sopravvivenza.

Cambiano i governi, cambiano i volti della politica, ma la situazione degli operai delle acque, che rischiano di finire per strada senza prospettive, non cambia. Subentra la Gori e questi lavoratori dove andranno?

"E' una guerra per la dignita" e per il diritto.a vivere in una societa' dove senza soldi in tasca sei destinato a morire.

Foto di Antonino Cavezza

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250