Napoletano, sorpresi a confezionare crack in appartamento

Antonio Franzese

A finire in manette 4 soggetti ritenuti affiliati al clan camorristico dei "Notturno"

SCAMPIA – I Carabinieri del nucleo Operativo della Compagnia Napoli-Stella hanno tratto in arresto in flagranza di detenzione di stupefacenti a fini di spaccio 4 persone ritenute affiliate al clan camorristico dei “notturno”.

Si tratta di Alessandro Improta, 3enne di Scampia, zio acquisito del reggente del clan ucciso in un agguato di camorra il 18.09.2017, Gesuè Improta, 35 anni, Raffaele Iacopo, 23 anni e Vincenzo Fabbricini, 29 anni.

Dopo un servizio di osservazione su una “piazza di spaccio” nei pressi del cosiddetto “Chalet Bakù” - “lotto T-A” in via Federico Fellini, zona sotto influenza del sodalizio criminale, i militari dell’Arma hanno fatto irruzione all’interno di una abitazione al 7° piano in uso a Iacopo. I 4 stavano preparando e confezionando droga.

Le perquisizioni, personali e del locale, hanno portato al rinvenimento di 266 dosi di crack già pronte per lo spaccio al dettaglio e di 2 buste contenenti in totale 10 grammi dello stesso tipo di sostanza nonché di 2.260 euro in banconote di vario taglio provento di attività illecita.

Sequestrati anche 2 bilancini di precisione e materiale vario per il confezionamento dello stupefacente. Gli arrestati sono stati tradotti nella Casa Circondariale di Poggioreale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Antonio Franzese >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Pubblicità elettorale Giosy Romano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250