Marigliano, inibite alcune aree del convento di San Vito: il Comune ordina i lavori di ripristino

Redazione

MARIGLIANO – SAN VITO – “ Addio restauro. Cancellati i fondi per il complesso monumentale dei frati minori di San Vito. La Regione Campania fa dietro front e revoca i 200 mila  euro stanziati il 12 luglio scorso, nell’ambito del turismo e delle politiche culturali”.

Così iniziavamo un nostro precedente pezzo a firma di Anita Capasso che affrontava, purtroppo, le cattive condizioni in cui versa il tetto del sito religioso mariglianese e la revoca del finanziamento regionale. 

Brutta tegola per la comunità francescana che all’epoca tirò un respiro di sollievo , ma che ora, invece, deve fare i conti con le proprie tasche.

Ma piove sempre sul bagnato. Infatti dopo una doppia verifica statica della struttura, prima ad opera dei Vigili del Fuoco del 16/01/2018 e poi per mano dell’arch. Sabato Esposito del Comune di Marigliano, unitamente al personale del Comando P.M.,  purtroppo si sino evidenziate nelle zone ove sono collocati “Refettorio “,”Coro”e “Campanile”, la presenza di quadri fessurativi sulle murature portanti e sulle volte.

Ma non basta. E’ stato constatato il cattivo stato di conservazione della copertura della chiesa che è composta da una struttura in legno a doppia falda, logorata dal tempo, causando così la sconnessione delle tegole permettendo infiltrazioni d’acqua meteorica nella zona sottostante.

Questo il contenuto dell’ordinanza n. 6 a firma del Responsabile del Settore IV Arch. Sabato Esposito che, dopo il sopralluogo, ordina l’inibizione di alcune delle citate zone ed intima Padre Giuseppe Sorrentino di provvedere subito all'esecuzione dei lavori atti alla eliminazione dei pericoli riscontrati e garantire l’agibilità dell’immobile

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore