Marigliano, il consigliere Esposito tradisce il vincolo di mandato avuto dal Consiglio comunale sulla GORI

Redazione

Esposito impedisce la discussione sulle partite pregresse e gli aumenti tariffari 2012 - 2015, in difesa del gestore GORI, contro la la rete dei sindaci che ne chiede l'annullamento

MARIGLIANO - "Il 24 Gennaio si è tenuta a Napoli l’assemblea del Consiglio di Distretto Sarnese-Vesuviano. All’ordine del giorno il funzionamento dell’Ente Idrico Campano(EIC) con riferimento alle partite pregresse e gli aumenti tariffari 2012 - 2015 di cui la rete dei sindaci chiede da tempo l'annullamento definitivo nonché il vergognoso decreto del Ministro Padoan che autorizza GORI all'emissione di ingiunzioni fiscali, equiparando la GORI a un Ente Pubblico, rispetto al quale la rete dei sindaci per l'acqua pubblica ha presentato una mozione con richiesta di sospensione immediata delle ingiunzioni.

Incredibilmente e nonostante il voto unanime di Marigliano del consiglio comunale (delibera N°33 del 05.07.2017), che impegnava il suo rappresentante a votare per l'annullamento degli aumenti tariffari e delle partite pregresse, Vincenzo Esposito ha bloccato la discussione delle mozioni facendo ostruzionismo teso nella sostanza a difendere le posizioni della GORI in aperto contrasto con i rappresentanti della rete dei sindaci per l'acqua pubblica.

La mozione sulle partite pregresse e aumenti tariffari 2012 - 2015 chiedeva semplicemente di dar seguito alla legge regionale 15/2015 e all’ordinanza del Consiglio di Stato che demandava all’Ente Idrico la decisione finale sulle stesse, discussione finora impedita dai vertici dell’EIC che a distanza di 3 anni dalla legge sul riordino del servizio idrico integrato non ha ancora dato seguito agli obblighi di legge di esprimersi sulle questioni in attesa di una trovare la scappatoia (ai danni dei cittadini) per salvare il carrozzone privato.

La parte più assurda dell’assemblea si è rivelata quando dopo il confronto sulla crisi idrica i Sindaci della rete per l’acqua pubblica hanno avviato la discussione sulle  mozioni. Si è accesa la bagarre. Il consigliere Vincenzo Esposito di Marigliano, fino a quel momento silente, si è messo letteralmente di traverso per impedire che si parlasse delle mozioni.

La contrarietà del consigliere Esposito alla discussione si basava del tutto strumentalmente sulla mancata informazione sull'oggetto dell'ordine del giorno, ma la veemenza con cui ha impedito che si arrivasse a dibattere delle mozioni era chiaramente dettata dalla difesa del gestore GORI sulle questioni in aperto contrasto con la volontà espressa dall'Amministrazione di Marigliano di cui dovrebbe essere rappresentante  con vincolo di mandato.

Speriamo che il Sindaco Carpino prenda atto di tale comportamento e faccia finalmente chiarezza avendo la possibilità di revocargli l'incarico di consigliere, soprattutto nel momento in cui il consigliere si contrappone così chiaramente alla linea espressa dall'amministrazione di Marigliano.

Comitato per l’acqua bene comune di Marigliano

 

Rete Civica Ato3"

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Viaggi Lucio
test 300x250
In Evidenza
test 300x250