Pomigliano, presi due fratelli rapinatori seriali

Redazione

POMIGLIANO D'ARCO - Presi gli autori di due rapine a Pomigliano d'arco.  La prima si verificò il 3 ottobre nei pressi della stazione della circumvesuviana in via Pratola ai danni di un 23enne e della sua fidanzata 20enne.

Dopo l’intimidazione:  "Fate i bravi e dateci tutto quello che tenete",  i due giovani furono rapinati dei loro smartphone, di un portafogli e la ragazza anche dei gioielli.

La seconda volta toccò a due casalinghe residenti al “Parco Degli Amici” di Pomigliano,  che erano scese a gettare l’immondizia:  i  due  tentarono di rapinarle di tutto ciò che avevano addosso,  non  ci riuscirono perché le donne cominciarono agridare, mettendoli in fuga.

Si tratta di due fratelli,  Emanuele e Gennaro Rumieri, 23 e 41 anni, entrambi di Pomigliano e già noti alle forze dell’ordine.  I due fratelli agivano armati di cacciavite.

Sono stati arrestati dai carabinieri della stazione di Pomigliano d’Arco in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip di Nola. Dopo le formalità sono stati condotti agli arresti domiciliari,  a disposizione dell’ag.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250