Napoletano, lavoro sommerso: sequestrate due fabbriche abusive

Antonio Franzese

Nei guai i responsabili di un’officina meccanica ed una fabbrica dedita alla produzione e assemblaggio di capi in pelle.

NAPOLETANO – Attività di controllo da parte delle Fiamme Gialle del Comando Provinciale di Napoli volta a contrastare la criminalità economico-finanziaria. Nello specifico, i Finanzieri del Gruppo di Giugliano in Campania, hanno sequestrato due opifici clandestini: rispettivamente, un’officina meccanica ed una fabbrica dedita alla produzione e assemblaggio di capi in pelle.

Nel primo caso – nel comune di Giugliano - si trattava di un’attività sconosciuta al fisco ed operante senza alcuna  norma amministrativa, anche per quanto riguarda la gestione dei rifiuti speciali derivanti dall’esercizio dell’impresa.

Nel secondo intervento, eseguito nella cittadina di Melito di Napoli, le fiamme gialle hanno individuato la fabbrica ricavata all’interno di un appartamento, attrezzata per realizzare articoli in pelle. Anche quest’attività era sconosciuta al fisco ed esercitata in assenza totale di assicurazioni. Ditta che tra l’altro impiegava 7 lavoratori in nero.

Al termine delle operazioni riportate, i finanzieri hanno sequestrato , rispettivamente, l’intero immobile attrezzato ad officina meccanica con tutti i “ferri del mestiere”. Per quanto concerne la fabbrica di produzione degli articoli in pelle,  sono stati sequestrati: l’appartamento di 120 MQ, 52 macchinari, prodotti semilavorati, numerosi rotoli di pelle e cotone, modelli di carta ed accessori per la realizzazione dei capi d’abbigliamento, oltre a rifiuti speciali derivanti dagli scarti di lavorazione.

I responsabili delle due attività  sono stati denunciati alla competente Autorità Giudiziaria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



Lombardi Immobiliare
test 300x250
In Evidenza
test 300x250