Acerra, da domani il 118 trasloca. Gli operatori: può costare vite umane!

Antonio Franzese

ACERRA – Da domani, venerdì 1° dicembre il personale del Saut 118 di Acerra, si trasferirà dalla storica sede di Via Vico ai locali di Via Dei Mille. Una scelta comunicata al personale con la delibera firmata dall’Asl lo scorso 5 ottobre ma che ha suscitato da subito perplessità tra gli operatori del settore e non solo.

La nuova collocazione è alquanto problematica considerando che si trova in uno dei punti più trafficati della città. Ritardi che possono compromettere anche vite umane e che 15 operatori del 118 si sono sentiti in dovere di comunicare in una lettera inviata nei giorni scorsi al prefetto di Napoli Carmela Pagano, al presidente della Sanità Vincenzo De Luca, al sindaco di Acerra Raffaele Lettieri e al direttore generale Asl Napoli 2 Nord Antonio D’Amato.

Nella missiva vengono minuziosamente ricostruite tutte le difficoltà che comporterà per l’utenza lo spostamento della sede del 118 di Acerra da via Vico a via dei Mille “Con la ripresa delle attività scolastiche la viabilità cittadina, in prossimità delle scuole, subisce un notevole appesantimento negli orari di entrata e uscita degli studenti. L’irregolare utilizzo della sosta, l’inaccettabile parcheggio selvaggio di auto in seconda e terza fila causano un gravissimo rallentamento e in alcuni casi il blocco totale della circolazione” hanno scritto gli operatori.

La viabilità della zona è, infatti, condizionata sulla sinistra dell’uscita dell’ambulanza dalla scuola materna, dalla presenza di fronte all’uscita dell’ambulanza della scuola elementare, da quella della stazione ferroviaria, dalla fermata degli scuola bus e dalla mancanza di percorsi alternativi.

A influenzare la circolazione veicolare, come ricostruito nella missiva, c’è anche la presenza nelle strade adiacenti dell’ufficio postale, della scuola media Gaetano Caporale, degli uffici del giudice di pace, della scuola materna Maria Montessori. Tale presenza causa a monte e a valle di via dei Mille un’ulteriore barriera per lo smaltimento del traffico.

Per questo motivo i lavoratori chiedono l’immediata sospensione del trasferimento che causa rischi per l’incolumità dei diretti interessati e l’efficacia stessa del servizio In una strada con viabilità già normalmente appesantita dalle attività presenti e dalla sua conformazione, le operazioni di soccorso subirebbero ritardi, costituendo inoltre un rischio anche per l’incolumità dei bambini. “

Il personale Saut, disfatti gli armadietti, continua a chiedere come possano essere adottati provvedimenti che mettono a repentaglio la salvaguardia della salute e la sicurezza degli operatori, già oggetto continuo di minacce ed aggressioni da alcuni utenti per gli interventi ritenuti in ritardo. Alle istituzioni la difficile risposta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



Viaggi Lucio
test 300x250
In Evidenza
test 300x250