Mariglianella, costruttore arrestato: tenta di corrompere un funzionario della Provincia di Firenze

Antonio Franzese

L’uomo è accusato di istigazione alla corruzione

MARIGLIANELLA – Tenta di corrompere attraverso una somma di 4.000 euro  un funzionario pubblico del settore viabilità e strade della Città metropolitana di Firenze, ex Provincia. Il dirigente però non ha accettato la proposta del costruttore, un 39enne di Mariglianella, denunciandolo e facendolo arrestare.

La «bustarella» avrebbe dovuto convincere il dirigente a sbloccare i pagamenti che la Città metropolitana, dopo controlli, da un certo «stato avanzamento lavori» in poi, aveva riconosciuto in misura minore, rispetto all’appalto.

A finire in manette Raffaele Tizzano, in carcere il 24 novembre e da oggi ai domiciliari dopo l’udienza di convalida. L’uomo è accusato di istigazione alla corruzione. Inoltre lo stesso, insieme al titolare e al geometra della ditta, per la quale era incaricato di seguire l’appalto, è indagato per truffa aggravata in concorso.

L’arresto di Raffaele Tizzano è scattato in flagranza di reato nel pomeriggio di venerdì scorso, negli uffici della Città metropolitana di Firenze - Sezione viabilità e lavori pubblici - situati in via Mercadante.

L’intento dell’arrestato, secondo le ricostruzioni della procura di Firenze, era di far «chiudere un occhio» su un contenzioso nascente tra la Città metropolitana e la ditta. Divergenze scaturite dai controlli sulla quantità di materiali, in particolare bitume, effettivamente consegnati e usati dalla ditta aggiudicataria per la manutenzione delle strade di Mugello e Valdarno, con maggior lucro per la ditta e danno per l’ente pubblico.

Dai documenti di trasporto della ditta e della società in subappalto, infatti, sono risultate minor quantità di materiale rispetto a quanto dichiarato dall’impresa.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



ambiente300x600-2
test 300x250
In Evidenza
test 300x250