Marigliano, Agrimonda: lavori in forte ritardo. Perchè?

Salvatore De Riggi

Si parla di una forte puzza avvertita in vicinanza del sito durante le operazioni di trattamento dei gas, facendo ipotizzare un sistema di filtraggio non adeguato. --- FOTO ---

MARIGLIANO - MARIGLIANELLA -  I lavori di rimozione del cumulo di Agrimonda sono cominciati il 28 giugno scorso e sarebbe dovuti finire la prima settimana di ottobre, per una durata totale di 97 giorni, in accordo a quanto descritto nell’allegato 8 del progetto esecutivo (Cronoprogramma dei lavori).

Come è possibile osservare passando davanti al sito e così come mostrano anche le foto, i lavori sono ancora nella fase “Montaggio tendostruttura e sistema trattamento aria” (vedi allegato 8), che si sarebbe dovuta concludere dopo circa 45 giorni, quindi più o meno a metà della prevista durata dei lavori.

Lasciando i calcoli a chi legge, si può dichiarare, senza alcuna valida smentita, che i lavori sono in forte ritardo e che questo avviene nel silenzio più assoluto degli Enti coinvolti.

Si parla di una forte puzza avvertita in vicinanza del sito durante le operazioni di trattamento dei gas, facendo ipotizzare un sistema di filtraggio non adeguato, come pure di un errato dimensionamento delle travi della tensotruttura che dovrebbe ricoprire il cumulo: allo stato attuale, in mancanza di notizie ufficiali, restano solo illazioni o ipotesi che però ci preoccupano, visto di quanto si stanno allungando i tempi di lavoro.

Faccio dunque un appello ai due sindaci di Mariglianella e Marigliano affinchè chiedano spiegazioni alla Regione (Ente che ha redatto il progetto e appaltato i lavori) e informino i propri cittadini, per favorire un clima di massima trasparenza ed evitare qualsivoglia illazione ed ipotesi.

D’altronde, “trasparenza” era stata la parola-chiave dell’incontro informativo tenutosi a Mariglianella l’8 giugno scorso, quando tutti gli attori presenti si impegnarono con i cittadini in tale direzione. 

Mi rivolgo in tal senso anche alle forze politiche locali, che all’atto dell’approvazione del progetto esecutivo, avevano fatto a gara a prendersi i meriti, ma che ora sembrano quantomeno distratte sull’argomento.

E a questo clima di distrazione, sembra esser partecipe anche la stampa locale, che in passato pure aveva seguito la vicenda, mantenendo viva l’attenzione.

 Insomma, fateci sapere lo stato dei lavori: aspettiamo da 22 anni, un mese in più o in meno non cambia la sostanza, ma vogliamo capire.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Salvatore De Riggi >>




Articoli correlati



Altro da questo autore