Marigliano , e San Francesco stavolta se ne va pe’ vicoli e vicarielli

Nicola Riccio

MARIGLIANO – E’ sera ed i vicoli secondari di San Vito si affollano di canditi abiti talari e di fedeli al seguito. In testa la statua del Santo Protettore circondato da candele. Fra Giuseppe Sorrentino, il nuovo Padre Guardiano della Comunità dei Frati del Convento di San Vito, in occasione della processione di domenica 8 ottobre dedicata a San Francesco, ha voluto modificare lo storico percorso, passando, per la prima volta, in alcune stradine del circondario.

“San Francesco p’ e’ vicoli e vicarielli di Marigliano”. Riceviamo e pubblichiamo una nota a firma di Maria Speranza, una residente cresciuta all'ombra del Convento, che così commenta le novità :  

“Sarà semplice suggestione, sarà l’effetto novità, sarà che di questi tempi è proprio difficile riuscire a trovare motivi di entusiasmo ma quella Domenica non è più la stessa, anche i più lontani, i non avvezzi alla partecipazione a tali pratiche religiose, cominciano ad adoperarsi con piante, addobbi ma soprattutto con una strana allegria… perché “adda passà o’ Santo’””.

“ E balconi da sempre relegati a ruoli secondari diventano protagonisti e si vestono a festa con coperte ricamate, le più preziose del corredo, perché è festa, il Santo stavolta passa sotto casa, si ricorda di noi”.

“ Non importa che questo nuovo percorso si consolidi nel tempo… ciò che conta è l’idea che rappresenta, una Chiesa che ti viene a cercare lì dove sei e che, nonostante tutto, ti dice che c’è bisogno di te per fare comunità, e che ti invita ad essere parte attiva di un tutto”.

“Altre strade, altri quartieri, altri balconi attendono questa nuova Domenica… e non poteva essere che un Santo come Francesco d’Assisi, a dare questo impulso di rottura, di autenticità, di essenzialità, di coraggio, di sana irrazionalità”.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



Viaggi Lucio
test 300x250
In Evidenza
test 300x250