Blitz dei NAS nel napoletano, ecco gli esercizi commerciali coinvolti

Ecco i locali che sono finiti nel mirino dei militari del NAS di Napoli

NAPOLETANO – Attività di controllo da parte dei militari del NAS di Napoli: nei guai 2 esercizi di ristorazione ed una pescheria.

Capri. I carabinieri del NAS di Napoli hanno proceduto alla chiusura di un locale adibito a deposito di derrate alimentari, in quanto privo dei requisiti igienico – sanitari previsti dalla vigente normativa, nonché perché attivato in assenza della prescritta SCIA. Inoltre, all’esercente, è stata contestata la mancata attivazione del piano per l’autocontrollo (HACCP) e connesse procedure.

Pozzuoli. Ristorante /pizzeria ad insegna “Picea’”: i militari del NAS di Napoli hanno proceduto alla chiusura amministrativa di un deposito adibito allo stoccaggio di alimenti con annessa cella frigo, poiché all’atto del controllo non riunivano i requisiti igienico sanitari e strutturali dettati dalle norme vigenti. Poi hanno proceduto a cautelare circa kg.40 circa di alimenti di origine carnei, ittici, lattiero caseari e vegetali, poiché detenuti senza possedere qualsivoglia indicazione utile a provarne la loro rintracciabilità.

 

Arzano. Pescheria ad insegna “'O Ricciulillo”. Il personale del NAS ha proceduto a cautelare amministrativamente complessivi kg.50 circa di prodotti ittici di vario tipo, poiché detenuti, per la commercializzazione, in assenza di documentazione atta a provarne la prevista rintracciabilità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore