Nola, bloccato al tribunale: ecco cosa voleva fare questo 73enne

L'uomo, originario di Somma Vesuviana, era già noto alle forze dell’ordine ed in passato affiliato al clan “Alfieri”

NOLA - Tenta di entrare in tribunale con una boccia incendiaria. L’obiettivo dell’uomo era quello di  protestare per la vendita all’asta giudiziaria della sua abitazione di residenza.

I militari della stazione di Nola lo hanno bloccato in Piazza Giordano Bruno, mentre tentava di superare i varchi di controllo al palazzo di giustizia. Portava con sé un contenitore con all’interno del liquido infiammabile sul quale sono ancora in corso analisi.

Sul posto sono intervenuti gli artificieri antisabotaggio del Comando Provinciale di Napoli che hanno proceduto alla distruzione dell’oggetto dopo un campionamento del contenuto disposto dall’a.g.

A finire in manette, Calogero Pecoraro, un 73enne di Somma Vesuviana, già noto alle forze dell’ordine ed in passato affiliato al clan “Alfieri”.

Il suo arresto è stato convalidato e  nei suoi confronti il gip ha disposto la custodia cautelare ai domiciliari.

 

 

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore