Cimitile, ruba energia elettrica per ottantamila euro. Arrestato

Redazione

 CIMITILE - Ruba energia elettrica per più di ottantamila euro e se la cava con una condanna di sei mesi, con sospensione della pena,  e una multa di 590 euro.

È successo a Cimitile, dove nel pomeriggio di ieri i poliziotti del Commissariato Nola hanno arrestato G. G. 47enne di Cimitile, per il reato di furto aggravato di energia elettrica.

I poliziotti,  in collaborazione con personale dell’Enel,  durante un servizio mirato,  hanno scoperto il  titolare di una pizzeria in Cimitile, aveva manomesso il contatore dell’energia elettrica presente nel locale, agganciandolo direttamente alla cabina Enel posta nelle vicinanze.

Dai conteggi approssimativi effettuati da personale  della compagnia elettrica è emerso che l’uomo avrebbe usufruito di energia elettrica per un valore di 75.000 euro.

 

Gli agenti hanno esteso il controllo anche all’abitazione dell’uomo, che è  alle spalle della pizzeria.  E qui hanno scoperto  che  l’abitazione  non era per nulla dotata di contatore Enel: l'impianto era direttamente collegato alla rete esterna. Per l'abitazione il personale Enel ha quantificato un danno in circa euro 6000.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Farmacia dottor Luciano Vincenzo
test 300x250
In Evidenza
test 300x250