Blitz della Finanza a Giugliano, nei guai titolari di un'azienda edile per bancarotta fraudolenta

redazione-

Sottoposte a sequestro preventivo le quote societarie di 4 aziende, facenti tutte capo allo stesso gruppo imprenditoriale, operante in Giugliano in Campania

GIUGLIANO IN CAMPANIA – Sono in tre a finire agli arresti domiciliari con l'accusa di bancarotta fraudolenta. In particolare, nell'ambito dell'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord - sezione Criminalità economica - i militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del Tribunale di Napoli Nord.

Sono state sottoposte a sequestro preventivo le quote societarie di 4 aziende, facenti tutte capo allo stesso gruppo imprenditoriale, operante in Giugliano in Campania.

Secondo l’ipotesi accusatoria, gli indagati «per sottrarsi al pagamento di crediti e imposte - accertate a seguito di verifica fiscale nella quale veniva constatata una frode fiscale di circa 15 milioni di euro - distraevano dalla massa fallimentare risorse economiche e finanziarie, pari a circa 5 milioni di euro».

Dal quadro indiziario raccolto a seguito delle indagini è emerso che gli indagati, sottoposti in data odierna agli arresti domiciliari, hanno cercato di celare la loro condotta illecita mediante l’effettuazione di operazioni societarie straordinarie, ricorrendo ad una scissione societaria con successiva vendita di quote a soggetti formalmente terzi, ma di fatto riconducibili allo stesso nucleo familiare.

Le investigazioni svolte hanno, quindi, consentito di accertare la prosecuzione dell’ attività imprenditoriale della società fallita mediante altro soggetto giuridico riconducibile ai medesimi indagati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore