Marigliano, il Comprensivo Don Milani Aliperti si apre al multiculturalismo : al via il progetto Erasmus Plus

Nicola Riccio

Col programma Erasmus Plus al via i partenariati strategici tra scuole per lo scambio di buone pratiche

MARIGLIANO - Germania, Malta, Turchia , Grecia e Romania. Questi sono i partners con cui interagirà l’Istituto Comprensivo Don Milani Aliperti di Marigliano, in occasione dell'esecuzione del progetto “MULTICULTURAL ASPECTS IN OUR SCHOOLS “ che si svilupperà nel corso dei prossimi 3 anni.

Il progetto prevede il soggiorno di docenti ed allievi, per 1 settimana in ognuno dei paesi partner. Dal 10 al 16 Dicembre, a Marigliano si terrà il primo meeting e quindi sarà la nostra comunità ad ospitare questo team.

L'obiettivo principale del progetto è fornire assistenza concreta ai migranti e ai rifugiati nella loro integrazione nella comunità scolastica delle nostre scuole minimizzando di conseguenza la frustrazione, l'aggressione, il rifiuto scolastico e il fallimento scolastico. Allo stesso tempo, il clima scolastico dell'intera comunità scolastica dovrebbe essere aperto, tollerante e empatico. I concetti interculturali esistenti ei materiali didattici devono essere aggiornati, modernizzati e digitalmente innovativi per aumentare la loro attrattiva per l'uso - anche al di fuori dell'organizzazione scolastica.

Esiste la necessità di cooperare e coordinare, scambiare esperienze e assicurare che le migliori idee e pratiche possano essere diffuse e scambiate all'interno dell'Unione europea al fine di garantire che i bambini e i giovani acquisiscano competenze sociali, democratiche e interculturali attraverso la fornitura di valori democratici e diritti fondamentali, l'inclusione sociale, la non discriminazione e la partecipazione attiva.

 Il   programma Erasmus Plus dal 1987 dà la possibilità a studenti e docenti europei di vivere esperienze di studio ed approfondimento all’ estero. Con Erasmus Plus, l’Unione Europea ha deciso di investire sulla dimensione internazionale della programmazione comunitaria. Tra i progetti finanziati dalla comunità europea ci sono i “partenariati strategici tra scuole per lo scambio di buone pratiche “. 

Loro scopo è quello di creare o consolidare reti e confrontare idee, pratiche, metodi, e produrre risultati finali che devono essere disseminati in maniera proporzionale rispetto agli obiettivi e alla dimensione del progetto. Naturalmente perché ‘ un progetto venga approvato sono necessarie analisi approfondite, conoscenza dei bisogni formativi, una chiara definizione degli obiettivi, progettazione capillare dei percorsi formativi, programmazione delle verifiche in itinere e finali e della disseminazione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore