Napoletano, controlli di fine estate del Nas: nei guai anche un ristorante di Terzigno

Antonio Franzese

Ispezioni a tappeto nel Napoletano. Nei guai ristorante di Terzigno

NAPOLETANO – Controlli di fine estate da parte dei militari del NAS  e da personale dell’Agenzia Italiana del Farmaco di Roma nel territorio campano.

Sant’Antimo. Sospesa l’attività di produzione di ossigeno medicale in bombole da parte di un’azienda con sede legale S. Antimo, poiché le procedure operative non risultavano conformi alla normativa vigente.

Frattamaggiore.  Attività di panificazione con annesso punto vendita ad insegna di un locale panificio. Il Nas ha proceduto al sequestro amministrativo di kg. 25 circa di alimenti vari, tra cui prodotti da forno (pane e freselle), prodotti carnei (ritagli di salumi ed insaccati), prodotti lattiero-caseari (formaggi vari a pezzi) in parte esposti in vendita ed in parte conservati nelle apparecchiature frigorifere in uso, privi di qualsivoglia indicazione utile a garantirne la loro rintracciabilità.

Terzigno. Attività di ristorazione denominata “Profumo Divino”. Provvedimento di chiusura amministrativa di un locale cantinato adibito a deposito. Quest’ultimo, privo sia dei requisiti minimi igienico-sanitari che di titolo autorizzativo nonchè al sequestro amministrativo di kg.20 circa di alimenti (pasta per pizze ed arancini) per mancata rintracciabilità alimentare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net





Articoli correlati



Altro da questo autore



300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250