Caso uova sospette a Volla

Rossella Sgambati

VOLLA - Il personale del NAS di Napoli e i carabinieri della Forestali del Gruppo di Napoli hanno proceduto al sequestro di circa 9.000 uova ed imballaggi e cartonaggio presso un centro imballaggio ,  poiché riportanti in etichetta  codice diverso da quello assegnato alla ditta, e al sequestro di oltre 25.000 uova, di rintracciabilità non chiara.

Non è la prima volta che si procede al sequestro di uova in Campania, anche se per diversi motivi. Ricordiamo i casi di circa 3 giorni fa dei centri di imballaggio di Benevento e Sant’Anastasia, i cui prodotti contenevano dosi eccessive di Fipronil. La contaminazione delle uova poteva derivare da un trattamento illecito degli animali o da un trattamento del terreno in assenza di animali. 

Il terzo caso è avvenuto ad Atena Lucana, in provincia di Salerno, dove i medici dell’ASL hanno trovato le uova contaminate della stessa sostanza all’interno di un deposito. I controlli sono stati estesi su tutto il territorio salernitano al fine di garantire la sicurezza degli alimenti.

 

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ASM G. Menichini
test 300x250
In Evidenza
test 300x250