Dramma a Santa Maria di Castellabate: si tuffa per salvare la figlia ma viene travolto dalle onde

Antonio Franzese

Muore papà eroe. L'uomo si sarebbe tuffato in mare per salvare la figlia che si era allontanata in mare su di un materassino e non riusciva a ritornare a riva

  1. SANTA MARIA DI CASTELLABATE (SA) - È di un morto e tre feriti lievi il bilancio di un tragico incidente in mare verificatosi nel primo pomeriggio a Santa Maria di Castellabate, presso l'approdo de Le Gatte. La vittima è Angelo Ferraioli, 51enne di Nocera Inferiore, odontoiatra di professione, che si trovava in vacanza nel comune cilentano.

Stando alle prime ricostruzioni l’uomo si sarebbe tuffato in mare per salvare la figlia che si era allontanata in mare su di un materassino e non riusciva a ritornare a riva.

Per il 51enne non c’è stato nulla da fare. La ragazza invece, anche con l’aiuto del personale della Capitaneria e dei bagnini, è riuscita a mettersi al sicuro.

Durante le operazioni di salvataggio, una motovedetta della capitaneria, ribaltandosi, ha colpito tre persone che si trovavano in mare. Queste sono rimaste ferite, per fortuna in maniera non grave e sono state trasportate presso l'Ospedale di Roccadaspide.

Particolarmente provato uno di loro che ha portato a riva il 51enne, sperando che potesse farcela. Nessun problema neanche per i militari. A prestare le prime cure i sanitari del Saut di Santa Maria di Castellabate.

 

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net



Articoli correlati



Altro da questo autore



Lombardi Immobiliare
test 300x250
In Evidenza
test 300x250