Da Piazzolla di Nola per sversare rifiuti tessili a San Vitaliano : beccata ed azienda sequestrata !

Nicola Riccio

Obiettivo dei controlli del Comando della P.L. di San Vitaliano: preservare l’ordine e il decoro urbano, per il rispetto delle norme sull’ambiente e per contrastare l'illecito abbandono di rifiuti speciali.

SAN VITALIANO – Cirillo colpisce ancora. Dopo le attività ( di cui abbiamo scritto qui ) che hanno portato all’individuazione di alcuni soggetti, residenti nei Comune di Somma Vesuviana, Ottaviano e Marigliano, ritenuti responsabili della discarica abusiva di via Ugo Foscolo, già Masseria Sottile, nell’ambito di servizi di controllo straordinari sul territorio, il Comandante della P.L. dr. Ciro Cirillo ha inanellato una seconda brillante operazione.

“ Le zone preferite da incivili e da soggetti privi di qualsiasi scrupolo sono quelle percorse da strade come via Ponte delle Tavole, via Maddaloni, via Masseria Sottile, via (proseguimento) San Martino, nelle immediate adiacenze dell’ isola ecologica, via D’Alessandro, via S. Elena, via Selva, via San Francesco.”

Il cumulo di scarti tessili ( in foto ) è stato rinvenuto in Via S.Elena a San Vitaliano. Attraverso reperti documentali rinvenuti tra i bustoni abbandonati, è stata individuata, quale responsabile di abbandono e smaltimento illecito di rifiuti, la titolare di un’azienda di confezionamento di biancheria per la casa di Piazzolla di Nola.

Presso la sede operativa dell’azienda, a seguito di ispezione, sono stati rilevati elementi di identificazione identici a quelli rinvenuti tra i rifiuti abbandonati sul territorio di San Vitaliano. L’azienda, con tutti i macchinari in essa rinvenuti, compreso i rotoli di stoffa ancora da tagliare e i capi già confezionati e ancora da confezionare, nonché i locali di lavorazione, sono stati sottoposti a sequestro, così come anche parte del fabbricato risultato abusivamente edificato.

 La titolare , oltre ad essere state segnalate all'Autorità Giudiziaria, è stata invitata a predisporre tutti gli adempimenti previsti dal Codice dell'Ambiente al fine di bonificare e ripristinare lo stato dei luoghi antecedente all'inquinamento causato. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore