Brusciano, Circumvesuviana: acceso diverbio tra passeggeri degenera in violenta lite

Redazione

 

BRUSCIANO - Sui convogli della Circumvesuviana continuano a registrarsi episodi violenti, stavolta però, sono stati due passeggeri napoletani a rendersi protagonisti del triste e diseducativo accaduto. 

 

 Il treno EAV della linea Baiano, partito ieri da Napoli alle 13:18, si trovava nei pressi della stazione di Brusciano, quando, a seguito di una querelle a sfondo religioso, nel primo vagone è scoppiata una violenta lite. 

 Un uomo stava intavolando una “sempliciotta” discussione sull’esistenza di Dio con un amico, quando un altro passeggero, sentendosi offeso in qualità di credente dalle sue opinioni, ha cominciato a contraddirlo e a zittirlo bruscamente. Di lì a poco l’acceso contraddittorio è degenerato in offese verbali fino al punto che, l’uomo, spazientito dagli ammonimenti del fervido credente, si è avvicinato a quest’ultimo tirandogli un pugno i pieno volto. 

Gli altri utenti che si trovavano accanto ai due litiganti, basiti e impauriti, si sono da questi repentinamente allontanati, mentre solo il coraggioso intervento di un ragazzo di colore ha evitato che la questione potesse ulteriormente peggiorare.

 Il credente aggredito, che per fortuna non ha riportato alcuna lesione, si è poi recato dal capotreno per segnalare l’accaduto, ma alla fine ha rinunciato a sporgere regolare denuncia dinanzi alle autorità competenti, accontentandosi di prendere le distanze dall’aggressore, a sua volta redarguito dai controllori.

  Assunta De Rosa

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore