San Giovanni Barra: picchia la madre e la deruba, 26enne arrestato dalla polizia

Redazione

BARRA -  Picchia la madre, poi si scaglia contro gli agenti della polizia di Stato allertati dalla vittima: è finito in manette per violenza domestica, aggressione e lesioni a pubblico ufficiale, il 26enne S. R. arrestato dagli uomini del commissariato San Giovanni-Barra. L'ennesimo episodio di violenza domestica, una storia come tante, una donna colpita e umiliata da quella stessa mano che un giorno aveva stretto nella sua e guidato nel cammino della vita.

Da anni maltrattava la madre con percosse e minacce, la derubava e le estorceva continuamente denaro, le aveva sottratto e venduto tutto ciò che poteva. Ieri mattina la donna esasperata dai continui maltrattamenti, ostaggio della paura per quegli attacchi di violenza contro i quali il suo amore di mamma nulla aveva potuto, si è rivolta agli agenti della polizia di Stato: Aveva deciso di andare via di casa, di allontanarsi da quel figlio amato ma degenere, aveva chiamato una squadra di operai per portare via i mobili, quelle poche cose che le erano rimaste, prima che il figlio vendesse anche quelli.

Ma la reazione del giovane è stata come sempre violenta, l'ha aggredita prima con minacce e insulti, poi giù botte. La donna disperata ha chiamato la polizia. Quando gli agenti sono giunti nell'appartamento di via De Meis, il 26enne in preda a un'ira incontrollabile si è scagliato anche contro di loro colpendoli con calci e pugni.

Non è stato semplice riuscire a bloccarlo, ma infine i poliziotti hanno fatto scattare le manette ai suoi polsi, il 26enne accusato di violenza domestica, aggressione e lesioni a pubblico ufficiale è stato arrestato e condotto presso il carcere di Poggioreale.   

 Monica Cito

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250