Acerra, sequestrati i beni dei fratelli Pellini

Redazione

I fratelli Pellini sono accusati di disastro ambientale. Sversavano rifiuti liquidi e pericolosi nei Regi Lagni

ACERRA - Eseguito un sequestro patrimoniale per un valore di circa 200 milioni di euro dal Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Napoli .

I beni  sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza, su disposizione della Procura, ai tre fratelli Pellini di Acerra, condannati, in primo e secondo grado, perché ritenuti responsabili di aver avvelenato terreni dell'Agro Casertano e Napoletano.

 

Il sequestro è stato fatto ai fratelli Giovanni, Salvatore e Cuono Pellini, noti imprenditori di Acerra perché sversavano illecitamente i rifiuti liquidi  direttamente nel bacino dei Regi Lagni, rifiuti speciali solidi - anche pericolosi - in terreni con destinazione agricola.’, avvelenando tutta la nostra zona.

 In particolare i sigilli sono stati apposti a 250 fabbricati, 68 terrenti e 50 autoveicoli e automezzi industriali, 3 aeromobili, 49 rapporti bancari. L'operazione è stata nominata «Carosello ultimo atto».


L'analisi dei documenti acquisiti dalla Sezione misure di prevenzione mostra tra l'altro l'utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti per circa 6 milioni di euro. La gestione illecita di rifiuti fatta dal gruppo Pellini è stata il motore per ulteriori operazioni economiche e ha determinato la creazione e l'immissione di ingenti capitali in circuiti economico-finanziari.

 Tra i beni sottoposti a sequestro spiccano tutto il compendio aziendale della Pellini srl e della ATR srl, due società immobiliari e una di noleggio costruzioni, e la Eliservice srl che noleggia mezzi di trasporto aereo ed è proprietaria tra l'altro di 3 elicotteri, nonché le quote di partecipazione a ditte che operano nel settore della ristorazione e della distribuzione carburanti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ASM G. Menichini
test 300x250
In Evidenza
test 300x250