Pomigliano d'Arco: palline di crack dentro l’accendino. Arrestato noto pusher

Redazione

POMIGLIANO D’ARCO - Aveva trovato un nuovo modo per nascondere la droga, ma è stato ugualmente scoperto dai carabinieri, che lo hanno arrestato.

Si tratta di Carmine Esposito, di Pomigliano d’Arco, già noto alle forze dell’ordine,  che occultava le dosi di crack da spacciare nel suo accendino. L’uomo rendendo vuoto il corpo cilindrico, aveva ricavato una cavità in cui nascondere tranquillamente almeno 10 dosi di droga da circa 0,2 grammi.

I carabinieri di Castello Di Cisterna lo hanno bloccato,  mentre spacciava 2 dosi di crack a un acquirente 31enne di Casalnuovo, identificato e segnalato quale assuntore alla prefettura.

Poi, perquisendo il pusher, i carabinieri lo hanno trovato a detenere 3 confezioni termosaldate della stessa sostanza, un bilancino e quasi 100 euro in contante, ritenuto provento illecito. L’uomo è stato posto agli arresti  domiciliari  in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore