Mariglianella, bomba al bazar cinese. Racket o mala cinese?

Giuseppe Monda

--- Le foto rubate ---

MARIGLIANELLA - E’ allarme sicurezza sul territorio. Improvvisa nella notte arriva una  violenta detonazione.  E la saracinesca è distrutta. Torna l’incubo del racket delle estorsioni nell'hinterland nolano - mariglianese.  Nel mirino un negozio  di articoli vari,  gestito da cinesi a Mariglianella, nei pressi del mega store Conad. 

Erano più o meno le 23:30, quando il rudimentale ordigno è  stato fatto esplodere,  danneggiando non solo una delle saracinesche,  ma anche i prodotti per la casa,  tra cui fiori e piante ornamentali  di plastica.

Lo scoppio ha fatto tremare le fondamenta delle abitazioni adiacenti. A dare l’allarme sono stati alcuni vicini,  che  di fronte alla potente deflagrazione e al boato  hanno allertato i carabinieri. Sul posto sono intervenuti immediatamente anche i proprietari asiatici.  Interrogati dai carabinieri non hanno fornito nessun elemento utile a fare chiarezza sulla matrice dell’attentato dinamitardo.  

Silenzio e omertà anche con l’inviato di MARIGLIANO.net , prontamente  giunto sul posto. I cinesi si sono rivolti in maniera reticente, facevano finta di non capire l’italiano,  tagliando corto.  In pratica non hanno voluto rilasciare nessuna dichiarazione.

Racket delle estorsioni?  Problemi tra cinesi per  la gestione delle attività  commerciali che fioriscono come funghi? La mala cinese? Sono questi gli interrogativi a cui bisogna dare una risposta per fare luce sulla vicenda.

Qualche novità potrebbe giungere dai fotogrammi delle telecamere istallate all'esterno.   Certo  è che oggi il negozio è rimasto chiuso. E che  nel  territorio nolano-mariglianese si sta registrando una forte escalation delinquenziale.  I commercianti sono  preoccupati,  perché tra rapine e furti con scasso la situazione è diventata allarmante.  A Mariglianella la microcriminalità da un po’ sta spadroneggiando .

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Monda >>




Articoli correlati



Altro da questo autore