Napoli arrestata "zia Rosaria", reggente del clan Pagano Amato

Redazione


NAPOLI -   Sono in corso  17  arresti, per i reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico di ingenti quantitativi di sostanze stupefacenti, della Polizia di Stato, che  sta dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dalla competente A.G. Sequestrati anche  beni di ingente valore.

 

L’operazione della Polizia di Stato di Napoli  è partita alle  prime luci dell’alba, coordinata dalla locale Direzione Distrettuale Antimafia. Le indagini della Squadra Mobile, che si è avvalsa del supporto del Servizio Centrale Operativo, della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga e dell’Interpol, hanno interessato due distinte organizzazioni criminali che si sono spartite la gestione del mercato all’ingrosso della cocaina e hashish nell’area a Nord di Napoli.

 

Eseguiti arresti anche in Spagna. Sequestrati beni di ingente valore tra cui società ed attività commerciali a Napoli, Roma e Caserta. Sequestrate anche unità immobiliari, beni mobili, conti correnti

 

 Nelle indagini è emerso come Rosaria Pagano, destinataria del provvedimento restrittivo, sorella di Cesare Pagano e moglie di Amato Pietro, fratello defunto del potente boss Amato Raffaele, avesse assunto un ruolo apicale nel potente clan camorristico Amato/Pagano e gestito direttamente gli affari illeciti del clan.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore