Amore si trasforma in incubo, la triste storia di una donna napoletana

Vincenzo Esposito

NAPOLI – Una nuova storia da raccontare per mettere in evidenza, se mai ce ne fosse ancora bisogno, della critica situazione con cui si trovano a convivere numerose donne, vittime del comportamento di chi diceva di amarle prima di dare inizio all’incubo. 

La storia che vi raccontiamo oggi avviene a Fuorigrotta e vede coinvolta una 38enne del posto. La relazione con il suo compagno, un 44enne del posto, si era interrotta circa un anno fa: di lì sono subito iniziati pedinamenti, insulti, chiamate continue e minacce di morte al fine di “convincerla” a rivedere la sua decisione sul rapporto terminato. 

Importante l’immediata reazione della donna che, capendo della gravità dei comportamenti del suo ex, lo ha subito denunciato, ottenendo i domiciliari per l’uomo ed il divieto di avvicinamento. Un provvedimento che, visti gli sviluppi della vicenda, non ha sortito effetto: il 44enne ha continuato a pedinarla, costringendola ad evitare di uscire di casa per paura di incontrarlo. 

L’ultimo episodio risale proprio alla serata di ieri: l’ex compagno era proprio sotto casa sua, sbraitando e minacciandola per invitarla a ritirare le denunce. Immediata la chiamata ai Carabinieri di Fuorigrotta che, giunti sul posto, hanno bloccato l’uomo che è stato tratto in arresto per maltrattamenti, atti persecutori e minacce. Adesso è in attesa di rito direttissimo. La speranza è che si possa mettere finalmente la parola fine ad un incubo lungo un intero anno.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore