Nola, falsi incidenti: provvedimenti restrittivi per Giudice ed avvocati

Vincenzo Esposito

NOLA – Una piaga per l’intero territorio che pesa sulle tasche delle persone oneste che, ogni anno, sono costrette a pagare tasse assicurative al di sopra della media nazionale. Torna al centro dell’attenzione il tema “falsi incidenti”, a seguito di un intervento eseguito questa mattina dai finanzieri del Comando Provinciale di Napoli.
 
Si tratta nello specifico dell’applicazione di un’ordinanza di misure cautelari, e interdittive, emesse dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma. L’operazione prende il nome “Giudice di Pace” per il coinvolgimento di un giudice di pace operante l’ufficio del Circondario di Nola. A seguito di complesse indagini, condotte dai militari della Compagnia di Nola, è stato possibile ricostruire ed accertare episodi corruttivi realizzati da avvocati, patrocinanti per incidenti stradali, attraverso cui veniva alterato il regolare svolgimento dell’attività risarcitoria per episodi di danneggiamento. Il tutto veniva svolto con la connivenza di un giudice di Pace del circondario giudiziario nolano.

Quest’ultimo, in cambio di “compiacenza” riceveva denaro e regali. Al termine dell’attività investigativa si è proceduto nei confronti di 7 soggetti: 2 destinatari di misure cautelari dell’obbligo di presentazione alla P.G; 5 di misure interdittive della sospensione dell’attività professionale. Si tratta di 3 avvocati, 1 perito ingegnere ed un medico. Il giudice di pace risulta destinatario anche della misura interdittiva della sospensione dal pubblico servizio. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore