Giallo a Cimitile, "mi vogliono aggredire": scappa dopo il tentato contatto con il 113

Vincenzo Esposito

CIMITILE – Giallo  su ciò che è   accaduto ieri sera a Cimitile. Un giovane del posto si trovava presso la propria abitazione, solo in casa, quando all’improvviso ha udito forti rumori provenienti da un balcone  sul retro dell’appartamento.
 
 La scena che si è trovato di fronte ha dell'incredibile. Una  donna continuava ad urlare,  impaurita,  perché minacciata di violenza. La richiesta era quella di farla accedere all’interno per sfuggire al presunto aggressore.
 
Poi l’insolita svolta nella storia. Il 18enne ha cercato di tranquillizzarla,  dicendo che si sarebbe immediatamente messo in contatto con il 113 per denunciare ciò che  stava accadendo. Neanche il tempo di avviare la telefonata e la donna era misteriosamente sparita.

Non c’è certezza sulle reali motivazioni che hanno spinto la donna a chiedere aiuto, per  poi a sparire. Dalla dinamica della vicenda è possibile che la donna abbia messo in atto la messinscena per accedere all'appartamento per  un possibile  furto. Tutto resta avvolto nel mistero.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Vincenzo Esposito >>




Articoli correlati



Altro da questo autore