A Napoli se muori puoi diventare albero

Nicola Riccio

Il capoluogo campano, prima città d’Italia ad utilizzare le BiosUrn, le urne biodegradabili

NAPOLI - "Ricordati uomo, che polvere sei e polvere ritornerai”. Oggi a Napoli la locuzione latina , emblema della Bibbia (Genesi 3,19) , che fa riferimento al momento in cui Dio, dopo il peccato originale, scaccia Adamo dal giardino dell'Eden condannandolo alla fatica del lavoro e alla morte, viene arricchita da un senso “ green”.

Infatti nella città metropolitana cara al Sindaco De Magistris sarà possibile farsi piantare nel proprio giardino scegliendo un “post mortem verde ” attraverso l’utilizzo di un’urna biodegradabile. Costo 75 euro più spese di spedizione. 
 All’interno dell’urna battezzata dal suo inventore BiosUrn e costituita da materiali biodegradabili come cellulosa, torba e gusci di noci di cocco , sarà inserito un seme di un albero a scelta.
L’urna, pensata già nel 1997 e premiata con diversi riconoscimenti nel corso degli anni, è in vendita online  sul sito Urnabios e viene spedita in tutto il mondo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250