Roma, vandalizzata la targa in memoria di Ciro Esposito

Vincenzo Esposito

ROMA – “Ecco che fine ha fatto la targa che era stata apposta da circa due mesi in Viale Tor di Quinto dove Ciro, con un gesto, eroico fu' ammazzato! È diventata rosso sangue. Dopo che media e stampa l'hanno pubblicizzata qualcuno ha pensato bene di infangare ancora una volta il suo nome e il suo ricordo”.
 
Sono le parole apparse sui profili social dell’associazione Ciro Vive, nata a seguito della tragedia che vide protagonista il tifoso partenopeo Ciro Esposito. Un lungo percorso è stato intrapreso dalla madre, Antonella Leardi, testimonial di legalità nel ricordo del proprio figlio, affinché episodi come quello capitato a Ciro non si ripetano più.

Un invito alla pace che, a quanto pare, non è stato raccolto da tutti. Ultima testimonianza è rappresentata proprio dall’evento di Tor di Quinto e dal brutto gesto nei confronti della memoria di un giovane ragazzo. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Vincenzo Esposito >>




Articoli correlati



Altro da questo autore