Nola, Biancardi sul trasferimento 118 al Cis: "Ennesimo scippo al nostro presidio"

Vincenzo Esposito

NOLA - "No al trasferimento del servizio di emergenza 118 dall'ospedale di Nola al Cis. Pronto un documento dei sindaci del territorio per impedire l'ennesimo scippo ed il depotenziamento del nostro presidio di urgenza: così si mette a repentaglio l'incolumità  dei nostri concittadini e noi non lo permetteremo" - il sindaco di Nola Geremia Biancardi commenta la notizia dell'imminente delocalizzazione del 118 dal Santa Maria della Pietà. 
 
"Ieri la chiusura della farmacia oncologica, oggi il trasferimento del 118: si tratta - stigmatizza Biancardi - di una sequenza di azioni predatorie che vanno a tutto discapito del diritto alla salute della nostra comunità e che noi abbiamo il dovere di interrompere".
 
"Nola ed il suo ospedale si trovano in una posizione baricentrica e strategica anche rispetto ai Comuni limitrofi ed é per questo che quella di trasferire il servizio di urgenza  - emergenza rappresenta una scelta scellerata che noi siamo pronti ad impedire".
 

"Il nostro territorio e le centinaia di migliaia di utenti dell'ospedale di Nola non possono e non devono essere discriminati e soprattutto non devono essere mortificati da un' offerta sanitaria che si assottiglia sempre di più".  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Vincenzo Esposito >>




Articoli correlati



Altro da questo autore