Sarno, lavoratori in protesta: attendono soluzione da 20 mesi

Vincenzo Esposito

--- FOTO ---

SARNO – Da ormai troppo tempo vivono in bilico, senza stipendio da 20 mesi.  Attendono certezze per il futuro che stentano ad arrivare. Si tratta di 13 lavoratori dell’Acquedotto Campano, impegnati presso la centrale di sollevamento dell’acqua di Sarno.
 
Ad innescare la situazione di disagio, un’interdittiva antimafia all’azienda da  cui erano stati assunti. 
 
Questa mattina la protesta presso la centrale Mercato Palazzo di via San Giovanni: E' diventata una situazione insostenibile – spiegano i lavoratori – attendiamo da 20 mesi una soluzione. Né Regione né Ato ci hanno dato durante questo tempo rassicurazioni su come saremo impiegati. Nel frattempo abbiamo continuato a fare il nostro dovere, rispettando i turni e garantendo il servizio. Eravamo fiduciosi in una risposta tempestiva ed invece siamo ancora ad attendere”. (in basso le foto)
 
Dalla protesta è scaturito  un incontro, che si è svolto  durante lo stesso pomeriggio di oggi,  presso il Palazzo Comunale di Sarno. Alla tavola rotonda hanno partecipato il vice sindaco Ferrentino; Michele Palmieri, direttore generale dell’Assessorato all’Ambiente; il responsabile dell’Acquedotto regionale, Ciro Pesacane; il dirigente dell’Ente d’Ambito, Giovanni Marcello; il direttore Gori, Francesco Rodriguez; il dirigente Gori, Andrea Palomba; Giovanni Ferraioli della Femca-Cisl, accompagnato da tre rappresentanti delle maestranze.
 
Arrivano ancora promesse, ma nulla di concreto per risolvere il problema. Si parla sempre del traferimento delle strutture, mentre del personale nessuno s'interessa. La posizione della Regione rimane uguale a quanto espresso nel 2014, in occasione del via libera al trasferimento all’Ente D’Ambito. Giovanni Ferraioli, rappresentante della Femca- Cisl conferma lo stato di agitazione in  attesa della soluzione della vicenda. Entro domani dovrebbe essere presentata una delibera di ricognizione, mentre un nuovo incontro è stato fissato per il prossimo 19 maggio.
 
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Vincenzo Esposito >>




Articoli correlati



Altro da questo autore