Napoli, cerca di violentare 21enne: polizia evita linciaggio all'aggressore

Redazione

NAPOLI – Accade presso il quartiere Vicaria. Una studentessa, 21enne, stava rientrando a casa quando,giunta nei pressi dell’ascensore, è stata avvicinata da un individuo. L’uomo, un 30enne di nazionalità romena, ha atteso la chiusura delle porte dell’ascensore per poi minacciare con un giravite la vittima, iniziandola a palpeggiare ed aggredire.
 
Le urla della studentessa hanno attirato l’attenzione di una condomina, intervenuta in suo soccorso all’apertura della porta dell’ascensore, mentre l’uomo è riuscito a scappare. Grazie all’immediata segnalazione al 113, a cui con dovizia di particolari sono stati descritti all’operatore di Polizia i caratteri somatici e l’abbigliamento indossato dall’aggressore,  gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Campania e della sezione Volanti dell’U.P.G. si sono messi immediatamente al rintraccio del romeno.
 
Il tempismo dei poliziotti ha consentito di raggiungere l’uomo in uno stabile di Vico Rocci, dove nella speranza di sfuggire all’arresto, ha tentato vanamente di farsi aprire la porta da un inquilino per trovare riparo. I poliziotti hanno accertato che l’uomo, pur di nascondersi , non aveva esitato a ferire alla mano e ad un piede, utilizzando quello stesso giravite, un condomino dello stabile che chiedeva contezza della sua presenza lì.
 
L’uomo è stato fermato al 3° piano di uno stabile in Vicoletto San Giorgio ai Mannesi: si tratta di Ioan Aureul Ciovaci, 30enne romeno senza fissa dimora, arrestato perché responsabile di violenza sessuale e lesioni dolose aggravate. I poliziotti, con non poche difficoltà, sono riusciti a fronteggiare una situazione di ordine pubblico che si era creata con gli abitanti del luogo, intenzionati ad aggredire il cittadino romeno.

La giovane 21enne è stata giudicata guaribile in 15gg, mentre l’altra vittima è stata medicata per lesioni guaribili in 10 gg. L’uomo, trovato in possesso del giravite utilizzato per ferire le vittime, è stato condotto alla Casa Circondariale di Poggioreale. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore