Vandalismo e violenza in Circumvesuviana: la situazione arriva in Questura

Vincenzo Esposito

NAPOLI – Diversi gli episodi di vandalismo registrati in settimana; una scia negativa a cui si aggiungono vicende di violenza che continuano a terrorizzare passeggeri ed addetti ai lavori: ultima di una lunga serie, la vicenda capitata sul treno n.63 in direzione Sorrento.
 
Un gruppo di balordi dopo aver costretto il capotreno a fermare il convoglio, ha ben pensato di scendere sui binari ed iniziare a scagliare pietre contro la vettura. Ulteriore fattore aggravante ad una situazione che già si presenta di importante disagio: il treno sarà fermo per diversi giorni a causa dei lavori di riparazione.
 
Domani l’incontro in Questura tra con i vertici Eav –“Abbiamo lanciato l'allarme da tempo ed inoltrato in data 20 gennaio richiesta di intervento alle forze dell'Ordine e discusso in una riunione in Prefettura in data 15 Febbraio della possibilità di avere la presenza sui treni delle forze dell'ordine almeno in tre treni a rischio delle ore serali della Circum, dove la possibilità che si verifichino episodi criminali diventa quasi certezza. Sino ad ora nessun riscontro positivo ma domani siamo stati convocati in Questura per un tavolo tecnico.

Un ringraziamento convinto va a chi, in silenzio, lavora in condizioni precarie, subendo spesso aggressioni non solo verbali da parte di vandali, per garantire il servizio agli utenti. Il tema della sicurezza nel trasporto pubblico locale non può essere un tema di pertinenza soltanto delle aziende di trasporto, tutte in gravissime crisi finanziaria. Occorre un coinvolgimento più ampio”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore