Napoli, riprende la lotta dei lavoratori CUB: occupati uffici SapNA

Vincenzo Esposito

NAPOLI – Continua la protesta dei lavoratori Cub, che questa mattina si è trasferita presso la Sapna, società metropolitana per lo smaltimento rifiuti. Una vergognosa situazione, che la politica si rimpalla di  stipendi non pagati da piu di tre anni, che è stata già oggetto di mobilitazione ad Acerra, che è sfociata Nel blocco dell’inceneritore.
 
Una protesta chiusa ieri sera tra la rabbia per il nulla di fatto ottenuto dall’incontro  tra i rappresentanti dei sindacati ed i vertici regionali. Di qui la decisione dei lavoratori di occupare, questa mattina, i siti di stoccaggio provvisorio in gestione alla società e gli uffici della sede centrale di Napoli.
 

“Chiediamo gli stipendi arretrati, vogliamo garanzie” – non cambia la richiesta dei lavoratori, da 40 mesi senza stipendio con tutte le conseguenze del caso –“In molti sono stati costretti ad indebitarsi per sopperire alle mancate entrate; una situazione inaccettabile, che non può andare avanti. Si parla di confronto tra vertici che si chiudono sistematicamente con una fumata nera, così come ieri. Ora chiediamo risposte serie e concrete”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore