Acerra: termina la protesta dei lavoratori del Consorzio Unico di Bacino, ma non c’è l’ accordo in Regione

Redazione

ACERRA - Si è concluso con un nulla di fatto l’incontro tra i lavoratori del CUB e i vertici regionali. A nulla sono serviti questi giorni di protesta. A niente è servita la protesta clamorosa di ieri con il blocco dell’inceneritore di Acerra.

Non è servito a nulla arrampicarsi sulla struttura adiacente le ciminiere dell’inceneritore per rivendicare i propri diritti. Non è servito a nulla buttarsi sotto le ruote di un camion per bloccare la colonna di autocompattatori che portavano rifiuti nell’impianto di Acerra.

Non ci sono soldi!  E, quindi, i lavoratori senza stipendio da 40 mesi non esistono. Non esistono le loro famiglie. Non esistono i loro figli.

I lavoratori, con il cuore gonfio di rabbia e di amarezza, hanno, comunque, sciolto il picchetto davanti all’ingresso dell’inceneritore : “ Di nuovo un nulla di fatto. - Sbotta Giuseppe Devastato, uno dei lavoratori che sta stringendo la cinghia da 40 mesi - La Regione dice di non avere i soldi. Sono tutti così. Quando stanno all'opposizione tutti ti vogliono aiutare per prendere i tuoi voti. E ti fanno tante promesse! Quando poi vanno al potere, sono tutti attaccati alla loro poltrona. E nessun ti risolve i problemi “.

Schiuma rabbia Giuseppe Devastato
: “ 1300 dipendenti del CUB da 40 mesi sono senza stipendio, una vergogna assoluta… E la Commissione trasparenza? che fine hanno fatto i soldi!? Sono schifato! Non credo più a nessuno, nemmeno alla Costituzione”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Napoli Club Marigliano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250