UGL, denunciate le aziende che vietano il tesseramento al sindacato !

Nicola Riccio

L'Unione Generale del Lavoro , erede della CISNAL, legge e denuncia alcune difficoltà dei lavoratori

Anni di lotta persi "a causa degli abusi fatti da alcuni colleghi, ma soprattutto da una politica del lavoro poco incoraggiante". Anni di conquiste arrestati innanzi ad una" emorragia di iscritti forse mai registrata prima" , frutto di  una sempre maggiore sfiducia nei confronti del sindacato. “ Ma tutto questo altro non fa che ledere la solidità del sindacato stesso, e la forza e la dignità di chi svolge il proprio incarico quale rappresentante dei lavoratori, in tutta onestà”. Ad affermarlo è Stefano Masi, Responsabile delle Politiche Sindacali e dei Rapporti con le Istituzioni per la Segreteria Regionale Ugl-Chimici alla luce delle pressioni che alcune aziende farebbero sui propri lavoratori .
 
 “ Lo stato dei fatti – continua il sindacalista dell’Unione Generale del Lavoro -  ha incoraggiato comportamenti lesivi della dignità della persona, talvolta anche incostituzionali, da parte di diverse Aziende che in maniera velata e non, hanno "invitato"  i lavoratori a non iscriversi alle organizzazioni sindacali, se non addirittura minacciato le Rsa ed Rsu. Tutto questo è inaccettabile!".
 
Stefano Masi rivolge allora un ultimo appello : “ Invito tutti i lavoratori a denunciare tale tipo di attività senza timore. Tali comportamenti illegali vanno fermati sul nascere, per non riportare il mondo del lavoro all'immediato dopoguerra”.
 
“ Sia ben chiaro, - chiude il sindacalista - l'ho detto in premessa, le OO.SS., non sono esenti da colpe, ma vi assicuro, ci sono centinaia di rappresentanti dei lavoratori che operano in trasparenza e nell'interesse dei lavoratori, e sono questi gli esempi che devono essere seguiti“.
 

    

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore