Napoli, task force contro lo spaccio: cresce "manovalanza" straniera

Redazione

NAPOLI – Task force dei Carabinieri sia nel capoluogo che nell’area nord di Napoli: un’intensa attività di controllo che ha portato a sequestri importanti di armi e droga, oltre che di denaro proveniente dall’attività illecita.
 
Sono in tutto 43 le persone arrestate, oltre a 100 denunciate: tra le motivazioni dei provvedimenti vari, il possesso di armi, stupefacenti di ogni genere (da hashish a marijuana, fino a cocaina e kobret): sotto la lente d’ingrandimento rioni come “forcella”, “sanità”, quartiere san Lorenzo, fino all’area nord con San Pietro a Patierno, Secondigliano, Giugliano e Casoria.
 
Un imponente dispiegamento di militari, circa 200 tra Compagnia Stella, Casoria, Giugliano, insieme al Reggimento Campania, per imprimere un messaggio forte sull’intero territorio. Emerge dalle operazioni la presenza importante di “manovalanza” straniera nell’attività di spaccio; 4 gli arrestati a Napoli (Mousa Koulibaoy, 29enne del Senegal, Hassan Touati, 41enne algerino, Joanna Kotodziyzyk, 40enne polacca e Silwia Katarzyna Krasny, 33enne, polacca. Erano tutti già noti alle forze dell’ordine).

Accade lo stesso a Piazza Garibaldi dove in 19enne nigeriano è stato arrestato, sempre per spaccio; è andata meglio ad un suo connazionale, 28enne, denunciato per droga in quanto sorpreso alla vendita in via Carriera.  

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore