Marigliano, niente doppi turni al liceo Colombo. Qui l'istruzione va alla grande. Ci si prepara all' incontro di mercoledì con il prefetto Cafagna

Anita Capasso

MARIGLIANO -  Niente doppi turni al liceo. Nonostante le aule insufficienti e la carenza di spazi dovuti ad uno strepitoso boom di iscrizioni, che rende necessarie altre stanze per lo svolgimento delle attività didattiche, la preside Maria Grazia Manzo, non va ai doppi turni e smentisce categoricamente le strane voci che stanno circolando. “Non abbiamo mai avuto intenzione di fare i doppi turni e non so come si sia diffusa questa notizia”.

Non fa mistero la dirigente sul fatto che l’edificio di via Nuova del Bosco è diventato troppo piccolo per contenere tutti gli studenti, ma nessun disagio sarà arrecato all’utenza. Anzi la preside ha lanciato un appello alla città metropolitana e lo stesso comune si è mostrato pronto e aperto verso le esigenze della scuola deliberando anche il no all’apertura a Brusciano di una sede distaccata della sezione artistica. Si spera che al più presto venga assegnata una sede nella stessa città di Marigliano. Nessuno vuole che una prestigiosa istituzione scolastica da cui è nato anche il liceo di Cicciano si impoverisca.

Sono tutti per l’accrescimento, personale docente e non, che cercano di valorizzare e di far venire fuori i tumulti interiori dei giovani alle prese con numerose problematiche dovute al complesso periodo della crescita e non seguendoli costantemente. Il liceo va alla grande difendendo la propria storia e proiettandosi verso il futuro con il liceo linguistico, le scienze umane e il liceo artistico che sta diventando un faro per l’intera comunità e i paesi vicinori. Una grande soddisfazione per una scuola finita negli anni scorsi alla ribalta della cronaca per una forte emorragia di studenti .

Ora invece con la veste rinnovata e una preside aperta e disponibile che si apre al territorio puntando anche sul cooperative learning, si va alla ricerca di strategie metodologiche e didattiche atte ad includere e non ad escludere e ad emarginare. E proprio in questa ottica rientra anche l’incontro con il prefetto, Donato Cafagna, che si terrà mercoledì e che offrirà momenti di spunto e di dibattito sul delicato tema della terra dei fuochi a tutti gli studenti delle quarte.

L’incontro fa seguito alla serie di appuntamenti inaugurati da padre Alex Zanotelli. Momenti di didattica alternativa con gli occhi aperti al territorio e sulle complesse dinamiche ambientali e paesaggistiche per far sentire forte il proprio grido di dissenso. Il liceo è sempre in prima linea per rivendicare la difesa del creato e dell’ambiente. Il messaggio è chiaro niente doppi turni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Anita Capasso >>




Articoli correlati



Altro da questo autore