Napoli, sicurezza alimentare: raffica di multe e denunce

Vincenzo Esposito

-FOTO-

NAPOLI – Un’attività svolta in cooperazione tra i Carabinieri del nucleo navale della compagnia centro e personale del distretto 25 dell’Asl Napoli: si tratta di controlli per  contrastare la produzione e la vendita di prodotti ittici potenzialmente pericolosi per la salute pubblica.
 
Boom di denunce nei quartieri Ponticelli, Poggioreale e Corso Malta, dove a seguito delle ispezioni ben 11 venditori ambulanti sono stati denunciati per detenzione e messa in vendita di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione. Circa un quintale di prodotti sequestrati, privi di tracciabilità e messi in vendita in pessime condizioni igienico sanitarie.
Stessa sorte nei pressi dell’ex italsider dove sono stati scoperti 20 filari semisommersi di mitili coltivati abusivamente, privi di galleggianti e collocati in una posizione poco visibile: due tonnellate di cozze stavano per finire sulle tavole dei napoletani. I filari sono stati trainati al largo e distrutti mediante affondamento a profondità tale da impedirne l’eventuale recupero.

Ispezione allargata, grazie all’ausilio della “motovedetta Garofalo”, alle acque del golfo di Napoli. Multe e denunce per operazioni di pesca in orari notturni senza l’uso delle previste segnalazioni luminose; mancate dotazioni di sicurezza; assenza degli appositi segnali destinati alle imbarcazioni. Il controllo del mare continuerà nelle prossime settimane.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore