Sant’Anastasia, riqualificazione di via Marconi a spese dei cittadini.

Silvia Giustiniani

Alleanza per Sant’Anastasia non ci sta.

SANT’ANASTASIA – L’Amministrazione comunale di Sant’Anastasia intende dichiarare decaduto il finanziamento assegnatole nel maggio 2013 per il rifacimento di via Marconi. Esattamente il 14 maggio 2013 infatti il Comune di Sant’Anastasia si vide assegnare ben 90mila euro per il progetto che, per un totale di 285mila euro, nel dicembre dello stesso anno, venne approvato.

Dopo quasi tre ann
i i lavori ancora non sono stati appaltati e la giunta Abete ha pensato di dichiarare decaduto il finanziamento e di rifinanziare i lavori a via Marconi con i fondi comunali “che la RFI, la Rete Ferroviaria Italiana Spa, ha devoluto al Comune affinché siano destinati ad interventi che migliorino la viabilità di via Pomigliano, come ristoro. E lo ha fatto, la RFI, con un protocollo d’intesa registrato all’Agenzia delle Entrate (n.4693/3), il 30 luglio 2013.

Perciò è contrattualmente, oltre che eticamente, necessario che i fondi siano utilizzati a tale scopo, prevedendo sì, magari, altri interventi di riqualificazione che siano però a ridosso di via Pomigliano e non ci pare che via Marconi, assolutamente estranea all’asse viario in questione, lo sia” ha dichiarato Armando Di Perna, ex vicesindaco ed esponente del movimento Alleanza per Sant’Anastasia.

 La consigliera Zucconi pertanto ha chiesto spiegazioni circa la perdita del finanziamento regionale e spera che la giunta comunale ritorni sui suoi passi per non dover rinunciare ad importanti ristori, dal momento che quei fondi erano destinati “ad un quartiere che subisce i disagi permanenti dovuti alla costruzione del ponte della linea ferroviaria ad alta velocità”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore