"Vita indipendente": la grande sfida del nolano in tema disabilità

Vincenzo Esposito

NOLA – Un progetto sperimentale che mira ad una forma innovativa all’assistenza alle persone con disabilità,  per garantire  la possibilità di organizzare e vivere la propria vita quotidiana come meglio si ritiene (Nola fa da Ente Capofila. Possono partecipare residenti in Camposano, Carbonara di Nola, Casamarciano, Cicciano, Cimitile, Comiziano, Liveri, Roccarainola, San Paolo Belsito, Saviano, Scisciano, Tufino, Visciano).
 
Non casuale la scelta del nome del progetto, "Vita Indipendente": obiettivo è quello di avvicinarsi sempre più alle pari opportunità, abbattendo ogni forma di barriera materiale e psicologica. Un’autodeterminazione della propria vita, in collaborazione con i servizi assistenziali offerti, che affida però ai soggetti tutte le scelte riguardanti  la gestione della propria giornata.

Destinatari del progetto, persone con gravi disabilità motorie di età compresa tra i 18 ed i 65 anni che necessitano, e richiedono di gestire autonomamente la propria assistenza: oltre che una buona pratica in termini di attenzione reale alle questione, una grande sfida per l’area nolana che si candida ad essere “buon esempio” sul tema disabilità. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Vincenzo Esposito >>




Articoli correlati



Altro da questo autore