Ercolano: tentano rapina in motorino ,uccisi dal commerciante

Giuseppe Monda

ERCOLANO - Un tentativo di rapina è finito nel sangue ad Ercolano, dove due banditi in moto,  nel tentativo di sottrarre 5 mila euro ad un commerciante di preziosi, sono morti sotto i colpi di arma da fuoco sparati dalla pistola che lo stesso commerciante deteneva regolarmente.

Il fatto è accaduto presso un ingrosso di Detersivi e Bibite di tra via Alveo e Corso Resina, in tarda mattinata. I banditi erano entrambi a volto scoperto e uno di loro è sceso dalla moto avvicinandosi al commerciante che poco prima aveva prelevato del danaro da una banca.

Pochi attimi e il noto commerciante ha cominciato a fare fuoco uccidendo Bruno Petrone di 53 anni e Luigi Tedeschi di 51 anni, entrambi napoletani.

I corpi sono stati trovati ad una distanza di venti metri l’uno dall’altro, il che lascerebbe intendere che uno dei due banditi ha tentato invano la fuga.

Sul posto è accorsa anche la DDA di Napoli che,  nello stesso capannonne dell'ingrosso di detersivi, ha subito proceduto ad interrogare il commerciante per chiarire anche la dinamica dei fatti.

Immancabili anche le grida di disperazione per i due morti. La moglie di uno dei due ha infatti inveito contro il commerciante: “Non dormirai tranquillo, hai distrutto una famiglia devi pagare”. Ma in rete è esploso il sostegno al commerciante  che finora avrebbe solo la colpa di essersi difeso.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Monda >>




Articoli correlati



Altro da questo autore