Tappezza Marigliano di manifestini scritti a mano: non ho i soldi per pagare la bolletta dell'acqua

Redazione

MARIGLIANO - Dramma della povertà a Marigliano. "Mi chiamo Leonardo Di Maio, abito in via Forno Vecchio e non posso pagare la bolletta dell'acqua. Non ho i trecento euro che mi vengono addebitati. A stento con i soldi disponibili riesco a pagare l'affitto e la corrente. Aiutatemi!".

Questo è il drammatico appello di un cittadino che ha affisso nei giorni scorsi una marea di volantini scritti di suo pugno in città, nella speranza che i suoi concittadini si sensibilizzino al suo caso fornendogli contributi spontanei anche di pochi euro per arrivare alla cifra necessaria.

Il signor Leonardo teme che gli stacchino l'acqua, un bene indispensabile per la sopravvivenza. A questo sta portando la nostra civiltà. A questo ha portato questa classe politica corrotta, che ha dato la gestione delle risorse idriche alle multinazionali, che lucrano su un bene di prima necessità come l’acqua a spese della povera gente.
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore