Nola, Unitas "adotta" l'ospedale

Nicola Riccio

 NOLA – Unitas “adotta” ancora il nosocomio nolano. E’ il quarto anno consecutivo in cui l' associazione nolana, presieduta da Maria Nunziata, è vicina all’ospedale S. Maria della Pietà, destinando il ricavato delle proprie serate all’acquisto di mezzi e strumenti per il nosocomio nolano perché “ le strutture pubbliche sono comuni a tutti e quindi dobbiamo prendercene cura”. Quest’anno la donazione è stata rivolta ai reparti di Rianimazione, Cardiologia ed Ortopedia, in particolare è stato regalato un Doppler con sonda e un Oxy da dito, un carrello inox ed un Holter pressorio.

Questa volta tutto è partito dal Teatro Umberto di Nola per l’iniziativa del 5 gennaio scorso. In quell’occasione , lo spettacolo "serata in casa Unitas" registrò  600 presenze ed ebbe la straordinaria presenza del comico napoletano Maurizio Casagrande che raccontò aneddoti della propria vita divertendo l’intera platea accorsa . Gli seguirono il gruppo di musica popolare “ Gli Scacciapensieri” e l’attore nolano Arturo Sepe accompagnato da una piccola band. " La felicità è reale solo se condivisa", questo lo slogan della manifestazione presentata dall’artista Aldo Manfredi che voleva lanciare un messaggio di positività in un periodo di crisi .
 
"Siamo felici di portare avanti con successo questa partnership con l ospedale – afferma il presidente Nunziata-  Ci auspichiamo che i nostri sforzi, e la passione che mettiamo nell' Associazione si rivelino elementi fondamentali per sopperire le mancanze della struttura ed agevolare l'utenza. Il nostro unico obiettivo è rivolgerci al nostro territorio e cercare di migliorarlo." 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Nicola Riccio >>




Articoli correlati



Altro da questo autore